Fallacia della forma – Poesia Aadhya, Camera Uno — Stringhe d’Eventi

Non tutte le menzogne sono uguali. Non tutte le illusioni hanno radici nel terreno. Le falsità non si ergono a rivelare la verità, non importa quel che vi hanno raccontato. La fallacia della forma si salda alla fallacia dello spazio. Insieme, sono il serpente che pende dall’albero. La mela cade dalla sua bocca, rigurgitata così […]

Fallacia della forma – Poesia Aadhya, Camera Uno — Stringhe d’Eventi

Fotografia dell’anima – Poesia Hakomi, Camera 2 — Stringhe d’Eventi

Chi mi troverà al mattino dopo che i venti sfrecciano sul corpo spoglio che un tempo mi teneva come un albero una foglia? Chi mi troverà quando la misericordia, stanca di sorridere, s’acciglierà infine con le profonde rughe di un’antica pelle? Chi mi troverà? Sarai tu? Forse sarà una fredda mattina di fresche orme nella […]

Fotografia dell’anima – Poesia Hakomi, Camera 2 — Stringhe d’Eventi

Bendaggi della bestia – Poesia Camera Tre.2 — Stringhe d’Eventi

Citazione

Inserimento

Bendaggi della bestia (Camera Tre.2) Vi erano molti presagi vaganti. Inviare ramoscelli d’olivo con delle spine era uno soltanto del tuo repertorio. Mi hai offerto un libro dove tutte le risposte giacciono codificate in uno strano dialetto. Simboli ondeggianti come serpenti smaniosi di cibo. Se io fossi portato dal vento come un luccicante seme, tu […]

via Bendaggi della bestia – Poesia Camera Tre.2 — Stringhe d’Eventi

Calda presenza – Poesia Camera Ventidue — Stringhe d’Eventi

Citazione

Inserimento

Calda presenza (Camera 22) Un tempo indossavo un amuleto che mi proteggeva dal forcipe dell’umanità. Tenevo a bada una falange di lupi che come spettri del Getsemani mi accerchiava. Spettri che ancor ora ripetono i loro mantra come gusci di molluschi Persuadendomi a uscire e unirmi alla tribù terrena A denudare la distesa del mio […]

via Calda presenza – Poesia Camera Ventidue — Stringhe d’Eventi

MEDITAZIONE NEL TEMPOSPAZIO 2

Il dvd MEDITAZIONI NEL TEMPOSPAZIO tenta di catturare in qualche modo come i dipinti si presentano in realtà nel loro ambiente d’origine.

Questa seconda serie di meditazioni (2, 3, 4) unisce la musica delle Camere 19, 22 e 24, con i dipinti e la poesia tratte dall’Ancient Arrow Project. La musica e la poesia evocano la tonalità cupa della lotta personale per ancorare l’identità spirituale in un mondo frammentato e raggiungere il senso di riunione con il proprio Creatore. La poesia, i dipinti e la musica narrano questo processo di separazione, di disperazione, l’intensa visione dello sconosciuto, il viaggio di unione, e la comprensione ultima del sé più profondo come frammento-Dio connesso a tutti i frammenti-Dio a prescindere dalla forma.

–– Meditazioni nel TempoSpazio (DVD)

Di cose luminose – Poesia Camera Nove — Stringhe d’Eventi

Citazione

Di cose luminose (Camera 9) Di cose luminose ho così poca esperienza che spesso mi penso piccolo. Però quando penso a te e alle tue vie luminose il mio essere si gonfia di speranza e preghiere che tu voglia permettere alle fiamme di crescere. Con misericordia, noi siamo strappati in mondi separati per trovarci ancora […]

via Di cose luminose – Poesia Camera Nove — Stringhe d’Eventi

Un’altra mente aperta – Poesia Camera Otto — Stringhe d’Eventi

Citazione

Un’altra mente aperta (Camera 8) C’era un fuoco dove il fumo si raccoglieva danzando come fiumi privi di gravità al ritmo dei tamburi. A volte guardavo dentro il fumo ma si arricciolava nascondendosi con una cortina così opaca che potevo solo lacrimare. Diventava la maschera della sua consumazione. Il sogno della sua nuova vita. La […]

via Un’altra mente aperta – Poesia Camera Otto — Stringhe d’Eventi