Che cosa è la Zona d’Interfaccia?

Studente – Che cosa è la Zona d’Interfaccia?
Insegnante – La Zona d’Interfaccia è l’aspetto della tua coscienza che interagisce con la specie con cui condividi una comune biologia. È fisicamente contenuta nel tuo DNA, che agisce come un nodo all’interno di un vasto network che è in ultimo connesso alla Sorgente Primaria.
Studente – E che cosa è questo vasto network?
Insegnante – Il DNA è sia un network all’interno del corpo dell’individuo come anche un nodo all’interno del “corpo” collettivo della specie o mente genetica. La specie umana è connessa tramite questo network, e questo è reso possibile dal DNA.
Studente – Stai quindi dicendo che quanto succede dentro di me è trasmesso a tutti gli altri umani?
Insegnante – La Zona d’Interfaccia è come un computer di un network. Tu non sei consapevole del network a meno che non ti stia interfacciando ad esso con il tuo computer. Per accedere al network e scambiare e condividere informazioni devi essere al tuo computer. In modo simile, la Zona d’Interfaccia richiede che tu porta la tua attenzione ad essa al fine di accedere a questo network che attraversa l’intera specie.

–– Discorso del Lyricus n.5, La Zona d’Interfaccia –– https://wingmakers.wpengine.com/writings/lyricus/discourse5/ –– James Mahu Visual Art © 1998-2020 WingMakers LLC [da WM_Coerenza della Coscienza Evolutiva]

Per quanto riguarda l’individuo, il Lyricus fornisce …

Per quanto riguarda l’individuo, il Lyricus fornisce flussi di dati sensorii codificati che sono potenti catalizzatori per il cambiamento del corpo energetico o sub-quantico, così che possa fondersi più strettamente con il veicolo dell’anima e, in un certo senso, prestare la sua personalità e comprensione al veicolo dell’anima. Nessun individuo ha necessità di imparare sui mondi spirituali più di quello che non sia già contenuto nella propria coscienza individualizzata. La difficoltà che hanno gli individui è di come accedere a questa saggezza più profonda e applicarla intelligentemente nella loro vita in modo da avvicinarli maggiormente alla loro missione personale e allo scopo della loro incarnazione nella specie.

–– Lyricus FAQs2, D/R. 7 – Insegnanti e metodologie del Lyricus
–– https://wingmakers.com/writings/lyricus/lyricusfaq/
–– James Mahu Visual Art © 1998-2020 WingMakers LLC

Il male, al suo livello più distillato …

Il male, al suo livello più distillato, è semplicemente una consapevolezza parziale e, da questa parziale consapevolezza, il veicolo dell’anima di qualsiasi specie è capace di comportamenti che possono essere definiti come malvagi. Il male, per quanto riguarda una personalità come la Sorgente Primaria, non esiste. Non è un sistema codificato di energia o un’intelligenza. È un’espressione comportamentale di ignoranza e nulla più. A questo riguardo, il Lyricus si preoccupa del male ma non teme il suo potere o impatto, poiché il male non è coordinato o coerente, a differenza di coloro che sono allineati con la Sorgente Primaria. Per di più, il male è in conflitto più con se stesso di quanto sia in conflitto con la Sorgente Primaria e con le espressioni a lei allineate. Nella maggior parte dei casi, il Lyricus considera le espressioni del male di una specie o di uno dei suoi membri con compassione, accrescendo la propria risoluzione di assistere la specie verso il Gran Portale.

–– Lyricus, FAQ1 D/R n. 9 ––https://wingmakers.com/writings/lyricus/lyricusfaq/
–– James Mahu Visual Art © 1998-2020 WingMakers LLC

Quando il Lirycus esporta il modello genetico …

Quando il Lyricus esporta il modello genetico per una specie, il modello non è una struttura fisica o materiale. Tutte le dimensioni dello spazio sono attraversate da un campo vibrazionale primario o di prevalenza quantica. Questo campo è non-fisico ma informa il fisico. Esiste indipendentemente dalle strutture fisiche di esistenza, e può essere pensato come Strutture d’Informazioni Inderivate (Underivative Information Structures – UIS).

Le Strutture d’Informazioni Inderivate sono sub-quantiche e rappresentano lo schema primario per i sistemi viventi e la materia inorganica. Sono le Strutture d’Informazioni Inderivate che danno origine ai campi quantici che interpenetrano i pianeti, le stelle, le galassie e l’universo in generale. Sono il campo di comunicazione della vita che connette il non-locale e il locale, l’individuo e il collettivo, l’uno e l’infinito.

–– Estratti dalla Cosmogonia Liminale –– https://wingmakers.com/writings/lyricus/liminalcosmogony/ –– James Mahu Visual Art © 1998-2020 WingMakers LLC

Il testo “Estratti dalla Cosmogonia Liminale” …

Il testo Estratti dalla Cosmogonia Liminale è uno dei documenti più importanti tra gli scritti dati da James (attento a sottolineare che si tratta di una traduzione tratta dal libro Cosmogonia Liminale e non un suo scritto). Questo documento è importante perché descrive, a grandi linee, la meta dell’umanità per questo secolo, una meta che rivoluzionerà la nostra comprensione di chi noi siamo come specie e la natura della vita umana nel multiverso.

Una buona domanda da fare come inizio di questa introduzione è che cosa significano le parole “cosmogonia” e “liminale”. Secondo il vocabolario Merriam-Webster’s Collegiate Dictionary:

Cosmogonia:  1. una teoria sulle origini dell’universo – 2. la creazione o l’origine del mondo o dell’universo.

Liminale: 1. di / relativamente a una soglia di percezione – 2. appena percepibile – 3. di, relativamente o pertinente a uno stato, fase o condizione intermedia.

Pertanto, la Cosmogonia Liminale è un libro sulla natura e le origini del mondo o dell’universo ai limiti delle nostre capacità sensoriali.

–– Introduzione al testo “Estratti dalla Cosmogonia Liminale”, dall’Introduzione del sito Lyricus.org, J. Berges –– An Introduction to the “Liminal Cosmogony –– James Mahu Visual Art © 1998-2020 WingMakers.com LLC

Il fattore che mette in moto …

Insegnante: Allora, quale pensi sia il fattore che mette in moto il percorso evolutivo di una persona verso la Totalità e l’unità?

Studente: Intendi dire, se potessi riunirli in un singolo concetto nonostante – da quanto mi hai appena mostrato – non possa essere fatto?

Insegnante: Stai imparando benissimo.

Studente: Sarebbe aver fiducia in me stesso.

Insegnante: Quale parte di te?

Studente: L’anima.

Insegnante: E non il veicolo?

Studente: Va bene, dovrei aver fiducia nel mio intero essere.

Insegnante: Abbi fiducia nelle parti e nell’intero. Abbi fiducia nella connessione di queste alla Sorgente Primaria. Abbi fiducia nel Frammento-Dio che orchestra tutta questa complessità in un’esperienza coerente che assicura il ricordo della tua divinità. Abbi fiducia nel processo evolutivo definito dalla Sorgente Primaria. Abbi fiducia in tutto questo al di là delle voci esterne che incontri, non importa quanto possano sembrarti infallibili. Abbi fiducia nella tua capacità di conoscere da te stesso e nella capacità che hai di guidarti nella spirale ascendente del tuo viaggio.

Discorso del Lyricus n. 2 (Richiamare il NdT) –– https://www.wingmakers.com/content/resources/ –– James Mahu Visual Art © 1998-2020 WingMakers LLC

Ho appena spiegato che il cuore e il cervello …

Insegnante – Ho appena spiegato che il cuore e il cervello sono un sistema integrato progettato per attivare, penetrare ed esprimere le alte frequenze di compassione e comprensione, e che il cervello ha il ruolo di valutare l’autenticità emozionale del cuore. Questa abilità, intelligenza o intuizione – chiamala come vuoi – è assoluta e innata in tutte le forme di vita superiore. Nessuno può utilizzare le tecniche dell’intelligenza intuitiva se il suo cuore trasferisce al cervello dati provenienti dalle distorsioni emozionali comuni agli ambienti tri-dimensionali.

–– Discorso del Lyricus n. 6 (Tecniche dell’Intelligenza Intuitiva) –– https://www.wingmakers.com/content/resources/ –– James Mahu Visual Art © 1998-2020 WingMakers LLC