Le mitologie e le storie …

Le mitologie e le storie sono in realtà la comunicazione preferita del Lyricus perché si offrono più innocenti, senza l’abituale ricamo del controllo dei fatti, dell’analisi intellettuale, del paragone e così via, che sono tutte caratteristiche dell’intelletto e dell’ego. Per quanto sia possibile, noi cerchiamo di attenuare la possibilità che l’ego e l’intelletto dominino l’interpretazione del materiale.

Vedi, la mente storica è gravata dalle parole e dalle opinioni di migliaia di scrittori fin dall’inizio della storia umana. La reale importanza del materiale dei WingMakers è, in effetti, quella di spostare la persona dalla mente storica e portarla a percepire la connessione al suo Sé Superiore e allo Spirito che lo sostiene.

–– Intervista a James di Mark Hempel, S1 (aprile 2008) –– https://wingmakers.com/about/interviews/ –– James Mahu Visual Art © 1998-2022 WingMakers LLC

Chiunque s’immerga nel flusso di dati …

Chiunque s’immerga nel flusso di dati dei WingMakers ne resterà toccato. È così per come le frequenze di luce e suono (dell’arte e della musica) influenzano il sistema talamo-corticale, e come questo sistema – a sua volta – influenza la coscienza. Quanto più a lungo la persona s’immerge nel flusso di dati tanto meglio potrà stabilizzare queste nuove frequenze nella sua coscienza (vedi lo scritto Filosofia, Camera Quattro quale esempio di una più completa immersione).

All’inizio si possono incontrare delle difficoltà, poiché per adeguarsi alle nuove frequenze vengono “pulite” quelle vecchie, ma se si prosegue superando la “pulizia”, si sarà ricompensati con un nuovo senso di equilibrio, un’espansione della coscienza e, soprattutto, con un flusso di nuovi pensieri provenienti dal flusso di dati sensorii dei WingMakers. Questi nuovi pensieri producono nuove azioni creative e stringhe d’evento che conducono l’entità verso il suo scopo, che appare manifesto.

–– Creator, Sessione 1 D/R n. 11 dal sito WingMakers-2006 –– https://wingmakers.com/about/faqs/ –– James Mahu Visual Art © 1998-2022 WingMakers LLC

Le sette Zone Tributarie esistono quali luoghi …

Domanda 9 – Le Zone Tributarie sono puramente spirituali o gli avvenimenti fisici rivestono un ruolo nella loro apertura?

James – Le sette Zone Tributarie esistono quali luoghi di ricerca e diffusione della conoscenza. Sono una creazione della Razza Centrale e, più specificamente, del Lyricus. Se da una parte è corretto dire che le Zone Tributarie esistono nella sezione più interna di ciascuno dei sette superuniversi, dall’altra furono trasferite in tutte le galassie come si trasferisce una biblioteca.

Quindi ogni galassia possiede sette Zone Tributarie progettate dalle versioni archetipali esistenti nelle sezioni più interne dell’universo pertinente a quella specifica galassia. Ogni Zona Tributaria è sintonizzata alle caratteristiche uniche della specie umanoide di quello specifico superuniverso e, per certi versi, di quella specifica galassia.

Se gli eventi fisici della Terra e lo stato evolutivo dell’umanità influenzano la tempistica della rivelazione materiale di queste sette Zone Tributarie, tuttavia non sono tassativi per quanto riguarda la rivelazione di queste mete misteriose a un individuo.

–– Creator, S2 D/R. 9 dal sito WingMakers-2006 –– https://wingmakers.com/about/faqs/ –– James Mahu Visual Art © 1998-2022 WingMakers LLC

– – – – – – – – – – –

[vedi anche: Le Zone Tributarie, Estratti Tematici]

I miti della nostra cultura … [D/R. 75]

Domanda 75 I miti della nostra cultura si riferiscono anche a esseri di altri universi o soltanto a quelli del nostro? Per esempio, gli angeli provengono da un altro universo?

Gli strumenti fisici delle forme di vita senzienti degli altri sei universi non incrociano il nostro universo, e viceversa. I sette universi sono isolati vibrazionalmente (spazialità) e geneticamente (struttura biologica). Ciò serve ad assicurarsi che i sentieri evolutivi di una specie di un universo non si scontri o entri in conflitto con un altro. Ciò permette una diversità e un’estensione dell’evoluzione prossima all’infinito. Se da una parte lo strumento fisico non può andare oltre, la coscienza individualizzata sì e, a questo proposito, ci sono alcuni esseri che “migrano” da un universo all’altro. E ciò non è analogo al processo dell’ascensione.

Per quanto riguarda la tua domanda sugli angeli, gli esseri angelici non provengono da fuori dell’Universo Sette (il nostro) e neppure da fuori della nostra galassia.

–– Creator, Sessione 3 D/R n. 75  WingMakers.com/Creator S3 (sito WM2008) – https://wingmakers.com/about/faqs/ –– James Mahu Visual Art © 1998-2022 WingMakers LLC

Ho conosciuto una persona …

Ho conosciuto una persona perseguitata dal suo passato, da un’esperienza negativa vissuta. Una cosa che non riusciva a perdonare. Le dissi che il perdono era la chiave, ma doveva essere senza condizioni. Rispose che la cosa era impossibile. Voleva che la persona ammettesse il suo errore e chiedesse scusa. Le risposi che avrebbe potuto aspettare a lungo; se avesse perdonato senza condizioni non doveva aspettare.

Mi guardò e disse che solo Gesù poteva perdonare incondizionatamente, non le persone normali come lei. Quello era il suo punto di vista, cioè che esprimere le virtù del cuore incondizionatamente fosse riservato a quelli come Gesù, e non è da tutti. Tutti possono farlo, tutti possono non farlo. Non c’è un sistema o modalità di “riservato a…”. È una scelta. È una partnership con l’Universo. È riconoscere il valore di seguire se stessi anziché un altro. È essere attivi invece che passivi.

–– Intervista a James di M. Hempel, aprile 2013  –– The April 2013 James Mahu Interview (WM2014) –– James Mahu Visual Art © 1998-2022 WingMakers LLC

Sto tracciando un sentiero …

Sto tracciando un sentiero in una landa selvaggia, e se da una parte molte persone si fanno domande sulle radici e i fondamenti del mio lavoro, io sono più interessato alla destinazione del sentiero. Vede, la meta ultima è l’irrefutabile scoperta scientifica dell’anima umana e come tutti siamo interconnessi, indipendentemente dal tempo e dallo spazio, o dalla razza e dal colore, dal sesso e dall’età.

–– Introduzione al Progetto EventTemples, Intervista a James (2007) –– Testo originale presente nel sito EvenTtemples-2007 –– James Mahu Visual Art © 1998-2022

I Controllori hanno il preciso scopo …

Mark – Stai dicendo che l’oscurità… viene permessa così che le nuove generazioni che s’incarnano abbiano uno scopo? Non sono sicuro di seguirti…

James – Sto dicendo che i Controllori hanno il preciso scopo di permettere a ogni singolo umano o di soccombere al loro controllo e ipoteticamente vivere nell’ego-mente, oppure di ricevere e trasmettere le frequenze delle profondità del cuore o della mente superiore, e vivere una vita centrata sull’amore senza condizioni. È quest’ultimo punto la meta della maggior parte delle persone incarnate in questo tempo. E anche se può sembrare che il raggiungimento di questo fine sia un fallimento ovunque si guardi, non è propriamente vero. Certamente, alcuni falliscono ma sono tuttavia consapevoli di questa meta dentro di sé e questo rappresenta il cambiamento più importante.

–– Intervista a James di M. Hempel, aprile 2013–– The April 2013 James Mahu Interview (WM2014) –– James Mahu Visual Art © 1998-2022 WingMakers LLC