In un mondo di costante sorveglianza …

In un mondo di costante sorveglianza, di sempre meno libertà e d’inesorabile secolarismo, non è facile negare la nostra programmazione. Questa programmazione si basa su due elementi interdipendenti e primari della realtà umana:

1) separazione
2) inganno

Ognuno di noi è separato e ognuno di noi vive nell’inganno. Questo è un semplice dato di fatto.

La separazione comincia nel momento in cui vestiamo un corpo umano (la nascita). Siamo immediatamente separati nella realtà tridimensionale. Siamo sigillati all’interno del nostro corpo. È un’esperienza molto strana cominciare a vedere il mondo come separato da noi stessi e che noi esistiamo separati da tutti e da ogni cosa. Veniamo programmati da questa forte caratteristica della realtà a sentirci vulnerabili e dipendenti.

L’inganno del nostro mondo è in quel principio illusorio che descrive la durata della nostra coscienza umana di circa ottant’anni (la media di vita) con una possibile – ma indefinita – componente spirituale divina. Grazie a questa potenziale scintilla divina siamo autorizzati a credere nell’anima, che tuttavia rimane solo una credenza, e così l’inganno è completo: noi non conosciamo il nostro vero sé.

–– L’immaginazione, il telescopio della coscienza, James Mahu Blog –– https://www.wingmakers.com/imagination-the-telescope-of-consciousness/ –– James Mahu Visual Art © 1998-2019 WingMakers LLC [Poetry Chamber 7]

Musica, arte, glifi e testi …

Musica, arte, glifi e testi sono codificati con preziosità matematiche e metafisiche accessibili solo tramite delle tecniche di interazione, alcune delle quali sono state svelate nello scritto della Filosofia della Camera Quattro. Attraverso queste indicazioni, lo strumento umano decodifica le informazioni che lo aiutano a passare nel sistema energetico di esplorazione dove si possono realizzare più profonde comprensioni.

–– Creator, S2 D/R. 25 –– Dal sito WingMakers.com/sezione Creator ante 2014 –– James Mahu Visual Art © 1998-2019 WingMakers LLC [Hakomi Chamber 3]

La remote viewing attinge …

La remote viewing (visione a distanza, ndt) attinge all’inconscio o campo unificato del Sistema Mente Umana. In questo campo di coscienza, i remote viewer (coloro che si servono della RV, ndt) possono accedere all’impronta astrale della Terra, o di qualunque altro pianeta o sistema in cui si estende il Sistema Mente Umana, cioè l’intero universo fisico conosciuto. L’impronta astrale assomiglia a un riflesso su uno specchio granuloso. Manca di consistenza e dettagli, ma l’immagine generale c’è. È sensibile al tempo, quindi a volte e senza che il remote viewer se ne renda conto, il soggetto è temporalmente spostato e lo spostamento temporale può essere di migliaia di anni.
I remote viewer possono anche essere influenzati da campi dimensionali più impercettibili che non si manifestano fisicamente. Quindi, a volte, ciò che si intravede non è di questo mondo, e anche se sembra essere del mondo fisico e tri-dimensionale in realtà è del mondo astrale o mentale.

–– Intervista a James del Project Camelot, nov. 2008 D/R. 11 ––  https://www.wingmakers.com/content/resources/ –– James Mahu Visual Art © 1998-2019 WingMakers LLC

Quando si pratica la Pausa Quantica …

Quando si pratica la Pausa Quantica vi è la naturale tendenza a cercare l’esperienza della Luce, o a vedere nuove dimensioni, parlare con degli Esseri o anche con Dio, oppure avere un’esperienza “wow!” che confermi di essere veramente sulla via giusta. La pratica della Pausa Quantica porterà nuove esperienze e consapevolezza, ma abbandonate ogni aspettativa.

Ripeto, gli esseri umani amano gli stimoli visivi. Amano vedere le dimensioni superiori secondo il “vedere per credere”. Ma tutto ciò che si trova nello spazio-tempo quantico non si conforma con il Sistema Mente Umana. Il quantico è l’origine; è il metafisico che precede i dati visivi, acustici e sensoriali. Precede le emozioni e i pensieri. Esiste prima di questi stimoli e, in un certo qual modo, si cela in essi. L’esperienza “wow!” può manifestarsi in una forma che il vostro Sistema Mente Umana non è in grado di interpretare o di tradurre in immagini, parole, sentimenti e pensieri. Quindi, fate del vostro meglio per eliminare le aspettative di natura esperienziale e seguite semplicemente il vostro respiro.

–– Intervista a James del Project Camelot, nov. 2008 D/R. 6 ––  https://www.wingmakers.com/content/resources/ –– James Mahu Visual Art © 1998-2019 WingMakers LLC

Per comunicare, la mente si serve …

Per comunicare, la mente si serve di parole, immagini e numeri; il cuore si serve dei sentimenti e dell’empatia; e la nostra coscienza si serve dei comportamenti. Questo è importante, se non fondamentale, da comprendere perché la coscienza sorveglia i nostri stati mentali ed emozionali. È una sfera più ampia che circonda la mente e il cuore.

Pertanto, la coscienza è quella parte di noi che è infinita e senza limiti. Non è contenuta nella materia del cervello, nei tessuti del corpo oppure dall’energia emozionale del cuore. Essa è individualizzata quanto lo siamo noi.

–– La saggezza comportamentale, James Mahu –– https://www.wingmakers.com/behavioral-wisdom/ –– James Mahu Visual Art © 1998-2019 WingMakers LLC

 

 

La nostra impressionabilità attrae …

La nostra impressionabilità attrae atteggiamenti mentali e modelli che sono sempre più obsoleti e inadatti alle nostre attuali necessità, e da ciò consegue la nostra confusione. Si può decidere di dare la colpa alle organizzazioni segrete, o ai fondamentalisti religiosi, o agli Animus, ma la saggezza del cuore rimane il nostro portale a nuovi comportamenti e il nostro accesso all’illuminazione, e non solo per noi ma per l’umanità in generale.

–– Intervista a James Mahu di R. Meredith (CMN), 2009 –– https://www.wingmakers.com/content/resources/ –– James Mahu Visual Art © 1998-2019 WingMakers LLC

Su “l’attività di James” – James (Creator, S3 – D/R. 47, 48, 49, 50)

Inserimento

Stringhe d'Eventi

Nel sito WingMakers.com precedente a quello attuale, era presente la sezione “Creator” che raccoglieva le Domande e Risposte poste a James (nel 2003), di cui le prime due sessioni sono disponibili qui. Della terza sessione, che presenta domande poste principalmente da studenti di Teosofia (A. Bailey-Il Tibetano, ecc.), alcune risposte sono particolarmente interessanti e indicative di come James prenda spunto da una domanda molto specifica per esprimere il suo pensiero particolare.

– – – – – – – – – – –

Domanda 47Perché hai ritenuto necessario farti conoscere come creatore del Materiale WM invece di lasciare il materiale presentato inizialmente come una creazione di Umani provenienti dal futuro chiamati “WingMakers”?

James – Sono sempre stato coerente su questa questione. Io non sono il creatore del Materiale WM, ne sono il traduttore. Il Materiale esisteva prima che mi incarnassi sulla Terra. Io ho preso il contenuto originario e…

View original post 524 altre parole